lunedì 28 febbraio 2011

Una poesia in lode della donna africana

x mammachioccia

Se con "donna africana" s'intende
l'immagine stereotipata che rende
una donna che ogni giorno pena
e col piccolo fasciato sulla schiena
porta acqua sporca alla sua casa
in condizioni che gridano resa
allora io più che lodare lei

disprezzerei

chi favorisce questo scempio
che parla dal suo piatto empio
e per come la vedo io
se ci fosse 'sto buon Dio
dei cosiddetti occidentali
che hanno fatto tanti mali
solo per intento mero
a tutto il continento nero
se ci fosse, vi dicevo
si dovrebbe vergognare
o ci dovrebbe fulminare

a molti di noi sento dire:

"Non è certo colpa mia
ciascun scelga la sua via
quelli han scelto di patire
e noi invece di ingrassare"

furbi e grassi siamo in tanti
anche un poco delinquenti
quanto meno ignorantoni
per non dir che siam coglioni
basterebbe diminuire
rallentare, dimagrire
il tenore della vita
e finalmente avrem corretta
la triste immagine anzidetta
in una donna col bambino
che alla fonte va al mattino
e porta solo acqua pulita
inno ad una giusta vita.

domenica 27 febbraio 2011

Al poetico ministro

x Alessandro

Oh Sandro, poeta delicato
tessi le lodi del trapiantato

Oh Bondi, d'amore tu effondi
l'altezza vigliacca e sempre difendi

le gesta amorose del tuo cavaliere
gli porti le ciabatte e gli riempi il bicchiere

A noi aimè privati di cotanta aspirazione
racconta come fai a trovar l'ispirazione

un di eri comunista, del capitale avversario
oggi ne sei un ministro, e snoccioli il rosario

di lodi e bellezze, d'amori e purezze
ci manca soltanto che brami carezze

da un vecchio che brama soltanto la...biga
e pur di comandare si tien stretto alla Liga

per fare i suo comodi lui ci porta al disastro
gli auguriamo finisca presto come Cagliostro

eppur tu continui nel pindarico volo
ma attento che cade, levagli la lingua dal culo!

sabato 26 febbraio 2011

Mussingallone o Mussingallone?

x Maiki

Mi viene richiesta un ode particolare
ma è per il gatto o per l'imbonitore?
l'uno ha vissuto una stagione da re
l'altro vive in ogni approfittatore

"Il Gallo" venne scelto per fare piacere
ad uno che invece non fa mai il suo dovere
era bello, era bravo, ma scappò come il lampo
avendo capito che non avrebbe avuto scampo

Lo trovarono in giro, lo restituirono al padrone
che però seguitò a non dargli attenzione
scappò nuovamente, questa volta per sempre
e purtroppo di lui non si seppe più niente

La leggenda ci narra che viaggiò in lungo e in largo
come la gatta che va solo dove c'è il lardo
ripeteva le gesta del suo omonimo, il gatto
per lavar via l'offesa d'esser l'abbandonato

per cui se vi capita di trovarlo per strada
accuditelo bene e tenetelo a bada
altrimenti rimarrà solo la compassione
per chi incontra per caso il gran Mussingallone!

venerdì 25 febbraio 2011

Unità d'Italia

x Danilo

Nel 2011 l'Unità d'Italia si festeggia
che per molti è poco più d'una scoreggia
La Lega la osteggia con fermezza
ma i soldi di Roma non disprezza

Considerando che l'evasione fiscale
che dell'Italia da sempre è il gran male
giù al nord viene praticata con diletto
mi chiedo cosa voglian di concreto

Gridano "secessione" ai comizi e in televisione
aizzano la folla dall'allegro carrozzone
tuonano su lavoro, istruzione, matrimonio
poi chiudono il parlamento e si sposano con odino

Al di la di Mazzini, Garibaldi e tutti gl'altri
Che avranno pure torto, in quanto tutti morti
Abbiamo una lingua, una storia, una cultura
Chi potrebbe giovarsi fomentando la paura?

Forse chi da queste cose ricava una poltrona
la occupa per anni ed al figlio poi la dona
perchè perdere tempo ad odiare ed abbaiare
si potrebbe invece amare, lavorare e festeggiare

Negli USA questa questione
la affrontarono con determinazione
ma erano tempi diversi e diversi i modi
...che sia anche questo tempo di rivoluzioni?

giovedì 24 febbraio 2011

Mario and The Gigins

x Cristina

Bellu travagliu ma pesante
es su 'e su serramentista
allego meda e 'hin meda gente
'hi abbortas es troppu casinista

Una die vajo a una dommo
tottu sorrese gittellas
allegavan tottu paris
non si 'humprendiada una callella

"Ego heglio sa ventana
solu 'hin mesu persiana"
"Ego tengio sa pescione
la 'heglio 'hin sa televisione"
"Bo las a'ho 'hommente 'heries
ma 'hantas cacciu 'nde volies?
si imbecces de allegare appeddais
ego m'istino si non l'accabbais"

si'hini a istriulare...

"MUDAS!!", lis abbo'hino
e che vio sa manna settia in su o'hu
mi giro e ind'unu ind'unu li naro
"Allega tue, CONCA 'E PRO'HU!!"

mercoledì 23 febbraio 2011

L'uomo che vedeva oltre la carne

x Eleanor Arroway

Padre Pio da Pietrelcina
era un tipo assai bizzarro
con dei buchi nelle mani
e nel cervello del catarro

disse "vedo oltre la carne!"
ma sbirciava dentro i palmi
si convinse fosse lui
il profeta citato nei salmi

sosteneva con vigore
di parlare col creatore
e intercedeva coi malati
per conto del Signore

vari medici e sapienti
incaricati dalla Chiesa
sostennero nel tempo che
fosse lui ad arrecarsi offesa

Il Papa lo condannò
e il Pio non disse più messa
ma ormai a San Giovanni Rotondo
s'era creata una certa ressa

di creduloni imploranti
nella grazia del Pio
e per farlo versavan
ogni grazia di Dio

Soldi, voti ed offerte
acquistavan stronzate
e gli alberghi facevan
soldi e soldi a palate

La Chiesa osservò il movimento
e disse "Cazzo, questo elemento
fa danari con l'uomo invisibile
non è mica totalmente inservibile"

"Si potrebbe sfruttare
questo flusso di tordi
Lo riprendiam titolare
e gestiamo noi i soldi"

Lo dichiararon Beato
poi lo fecero Santo
non si può certo dire
non valesse quel tanto

Al grido di "SOBRIETA'!!"
venne poi realizzata
tutta in oro una cripta
ma che enorme stronzata!!

Ancor oggi son tanti
che lo vedono in sogno
tu lo chiami e lui accorre
e risolve il bisogno (cerrrrrto...)

Il Benedetto tedesco
per sfruttare la cosa
oltre all'ICI e lo IOR
ha un'idea portentosa
Ogni volta che il Pio
appare in paesi e città
tra un miracolo e l'altro
manda la pubblicità!

martedì 22 febbraio 2011

The con gli amici

x MassoSmosso, Cri e Gian

Che giornata interessante
pomeriggio rilassante
tea time con gli amici
pasticcini e siam felici
mi accomodo ma...che c'è?
non parlate più con me?
che vi ho fatto, cos'ho detto?
l'alito di gabinetto?
forse ho offeso la famiglia?
vi ho sperduto ulivi e vigna?
mi guardate un pò perplessi
siete diventati fessi?
ridacchiate manco fossi
personcina che per prassi
si concede tanti lussi
ma d'aspetto è come Lessie
io vi parlo ma voi, niente!
manco fossi deficiente
ammiccate tra di voi
e guardate le altre genti
indicate tre umani
che fan gesti con le mani
manco fossero tre alieni
non li vedo mica bene
da qui paiono banane
non sto più mettendo a fuoco
AH! ho scordato che a tal uopo
servirebbero gli occhiali
li ho scordati, i miei fanali
ecco tutto l'imbarazzo
ho capito, ma che cazzo!
non son mica uno cretino
solo che
ho sbagliato tavolino!

lunedì 21 febbraio 2011

Don Budget

x Alessandro

Io ho un amico che mi ama
mi ama, mi a-a-ma
Io ho un amico che mi ama
il suo nome è Gianni "Budget" Bozzo
Don Gianni "Budget" Bozzo
era un prete alquanto rozzo
si ostinava ad indicare
quando non ad osannare
nella figura di un vecchio nano
la discendenza del Divino
Divenne europarlamentare
e si vide presto annullare
la vocazione al sacerdozio
e non certo per un vizio
fu il migliore consulente
pensatore e confidente
di un partito nascituro
che serviva, ormai è sicuro
solo per salvare il culo
del suddetto vecchio nano
vent'anni dopo siam punto e a capo
ma il buon Gianni ormai è sparito
forse è meglio dir spirato
ma sarebbe ancora ispirato
se ci fosse, che direbbe?
ve lo posso dire io:
"Magistrati, mala gente
con il cuore che non sente
vi scagliate contro un grande
il migliore, il più aitante
nonchè primo amico mio
voi crocifiggete DIO!"
Amen.

Morte all'era del tiranno

Fallo adesso il Bunga Bunga
colonnello mano lunga
senza occhiali ne cappello
non mi sembri tanto bello
Tu minacci in lungo e in largo
dici "attenti che apro il porto"
ma non credo che la gente
abbia voglia di scappare
dal paese suo natale
per andare a mendicare
nelle coste dell'Italia
che li vuol mandare via
quando in patria han l'oro nero
ed è di sicuro vero
che starebbero tutti meglio
se scrivessi su di un foglio
"Tutti liberi ed in pace
progrediamo, ci sia luce"
e se piuttosto che tuo figlio
coraggioso come un coniglio
che spara razzi dal convoglio
sulla gente disarmata
rea di essere affamata
disperata ed soggiogata
andassi tu in televisione
a dire "è finita la trasmissione
facciamo una bella elezione
scegliete voi il testimone"
non ci sarebbe tensione
ma tu hai scelto di aspettare
alzar la voce e sparare
ed ora ti ritrovi a scappare
tanti altri seguiranno
morte all'era del tiranno
i tamburi hanno suonato
e nell'Africa è rinato
il sentimento popolare
che ti dice "Dittatore
mentre scappi vai a cagare!"

domenica 20 febbraio 2011

Pocos locos y mal unidos

x mammachioccia

Parraguez missegnore
Castedagliu chin ardore
in su millecchimbichentos
fachiada certos pessamentos
nande a tottu sos cristianos
chi sos Sardos fini tontos
fini pacos, fini maccos
ma pro vortuna pacu unidos
e nois itte ammos fattu?
l'ammo dedicadu una via
e allegamos de balentia?
in tempos prus rechentes
ammos attu vinas pejus
amm'elettu una pessone
chi commente professione
es poleddu de unu nanu
e pro li dare una manu
na'chi su popolu Sardu
es su limite 'e Sardigna
e custa pessone indigna
preferidi a consegnare
custa terra de sole e ventu
uve su tempus colada lentu
a sos irgherros de su mere
chi nos cheren cumandare
pro sighire a s'ingrassare
e assa gana nos lassare
Parraguez teniada rejone
ma s'omine de religione
non c'ada accabadu su sermone
no ammentande chi nois Sardos
semus pacos semmus maccos
pacu unidos ma cogliones.

venerdì 18 febbraio 2011

Sardigna no est'Italia?

x Amsicora

Si discutede dae meda
de s'annosa chestione
este s'Isola in Italia
o es solu una convenzione?
pro sos Indipendentistas
chi presentan chentu listas
este obbricu primariu
importante e necessariu
de s'istaccare dae Roma
chi nos ponede sa doma
Est'intentu cristallinu
de sicuro non meschinu
ma mi dimando, amigos meos
non b'ada atteros peleos
in cust'isola de incantu
chi si meritada tantu
ma non custu ghettu tontu
de dividere sa zente
chin s'idea pacu lughente
de prenare prus sa vrente
cando dae tremmizz'e annos
si vachimoso sos contos
es colada meda zente
ma sos sardoso, che ponte
sun'abbarrados a un'ala
zente vona e zenta mala
ma belente e isolana
Si sighimoso sa Lega
de cussu cacceddu malu
chi no allegada italianu
ma appedda solamente
e s'esprimede malamente
nande pezzi cosas lezzas
susu, josso e de sas razzas
no ad'a bastare a separare
sa Sardigna e s'Istivale
ma poi Nugoro dae Casteddu
vinu biancu dae nigheddu
Gennargentu e sa costera
Platamona e Prammaseda
Su paesanu e su vichinu
Babbu e fizzu, es su destinu
de un'idea chi vattidi gherra
e non certu paghe in terra.

mercoledì 16 febbraio 2011

Tempi foschi per divi loschi

Tempi duri sono questi
duri per non dire foschi
popolati da dei loschi
che non sentono quei fischi
che la gente gli rivolge
ma il valore capovolge
e in tivvù sovente raglia
affermando che le bolge
in cui il loro divo indulge
siano invero affare suo
e non certo mio o tuo
non c'è dubbio, gli rispondo
ma dal di che il mondo è mondo
lo sfruttamento è reato
specie se del meretricio
e di certo va punito
va punito e poi scontato
lo è vieppiù se minorile
e sfruttato da quel vile
vecchio laido delinquente
che non vuol si dica niente
ma mi chiedo quale svolta
potrà imprimere stavolta
al ricorrer degli eventi
con le prove si evidenti
non si parla di mafiosi
corrutturi facoltosi
leccaculo più merdosi
paradisi favolosi
(fiscalmente parlando)
qui la prognosi è evidente
all'italiano non frega niente
ma se scorge mezza tetta
alla forca vai di fretta
come il gangster Al Capone
lo becchiamo in infrazione
per mezza contravvenzione
mentra addenta qualche culo
e poi raglia come un mulo
ma ora sei rimasto solo
piangi e non ammetti nulla
scende una lacrima sul tuo cerone
lentamente, lentamente...
...
ma scende...
l'esilio ti attende
non metter le tende
non senti le onde?
ti aspetta Mubarak
con sua nipotina
la tua gran topolina
con il suo bel culo
salta sul primo volo
e ora facci un favore
vai a fare nel...cuore

martedì 15 febbraio 2011

La tutina

x Stefania

Nel mondo dell'abbigliamento
quest'anno v'è fermento
stan tornando gli anni ottanta
con la carica di grinta
e di gusto discutibile
del decennio più risibile
dal punto di vista musicale
della moda e alimentare
i trend setter in quegl'anni
hanno fatto solo danni
mettendo su tutto la spallina
anche alle scarpe e alla tutina
salopetta dell'infante
che rendeva un pò elefante
tutti quelli che l'acquistavano
e con leggerezza la indossavano
Poi arrivan gli anni novanta
è la moda cambia lenta
arrivano i duemila
e la gente fa la fila
per comprare cellulari
ma si abbassano i salari
è sparita la spallina
ma non certo la tutina
che fa sempre capolino
dall'armadio del vicino
quindi un plauso a questo capo
che tiene sempre alto il capo
non si fa intimidir dal capo
di una qualche maison all'altro capo
dell'oceano che decide
cosa è bello mettere e poi ride
di quelli che seguono la moda
anche quando, spesso, è cialtrona.

lunedì 14 febbraio 2011

L'aberrifizio

x anonimo

Una voce assai maligna
malignava con voce indegna
sulla caratteristica olfattiva
propria di persona viva
ma che abita una fogna
e lo fa senza vergogna
All'amico dall'olezzo
forte manco fosse un pozzo
nero come l'intenzione
di una nota televisione
appartenente ad un tiranno
venne in mente un certo anno
di allestire un aberrifizio
per alimentare il vizio
figlio leggittimo dell'ozio
per far bere ed azzerare
la volontà popolare
privandoli del discernimento
di che cosa sia tormento
e cosa invece sia virtuoso
il suo intento andò a cozzare
contro il suo potente odore
fu costretto ad abbandonare
il progetto di revisionare
il concetto della gente
appannandogli la lente
della vista e l'intelletto
e la gente con diletto
lo battezzò come
Prepuzzietto

sabato 12 febbraio 2011

Proto ode nana distensiva

x Elfo del Bosco

Senti nano...davvero...senza rancore
non tu, io
tu lo hai, che ci vuoi fare
vigliaccamente la tua altezza ti si presenta ogni mattina
a ricordarti che sei più vicino al pavimento che al cielo
all'inferno, dove andrai, che al paradiso
no, niente limbo per i nani
vi si riconosce una colpa primordiale
se siamo a sua immagine
che mi vuoi dire, che Dio ha i piedi attaccati al culo?
si lo so, doveva essere distensiva
ma non ce la faccio, cazzo!
lo sei e lo sarai
maligno che orini nelle tazze di caffè delle macchinette automatiche
signore dei semafori gialli
abitatore della cassette postali
sei tu che rosicchi i fili del mio alternatore?
e smettila di fissarmi il ginocchio

venerdì 11 febbraio 2011

La semiotica

Eh che cazzo! stamattina
ci vorrebbe un'aspirina
c'è la nebbia, oppure è un velo
che ricopre il cristallino?
Sento un Eco, forse Umberto?
corro ed apro il boccaporto
non ci vedo benassai
la mia vista è dimezzata
può sembrarvi una cazzata
ma...nell'occhio ho forse un remo?
ah no, già, son Polifemo.

giovedì 10 febbraio 2011

L'Uomonero

x chi l'ha richiesta, ma non può inserirla sul blog

L'Uomo Nero vien di notte
con le scarpe tutte rotte...
un momento, è un diverso elemento!
questo è staccato
quello per cui vien chiesto il poemello
è tuttattaccato
cosa cambia, mi direte?
il colore si, è sempre quello
ma il personaggio è di gran lunga
più bello
come Cash si veste di nero
ma solo perchè è il colore
più sincero
lo fa per i poveri, i diseredati
I profughi, i matti
lo fa per i carcerati
ma non indossa quella tinta
per quelli che fan finta
di occuparsi degli altri
mentre senza alcun decoro
si fanno imperterriti
i cazzi loro
quindi caro Presidente
non far spazientire l'Uomonero
che sarà pure sincero
ma non vive sopra un pero
se persisti nell'errore
proseguendo quest'orrore
di un'Italia a prostitute
non stupirti se poi tutte
tutte quante le risorse
l'Uomonero le rivolge
a chiamare l'Uomo Nero
il cugino più severo
che ti porta sopra un pero
come ormai vogliono tutti
tutti quanti gli italiani
tranne quelli più ruffiani
quindi dico all'uomo nero
porta tutti sopra il pero
il Presidente e i suoi amichetti
e non spaventare più
i bambinetti.
....
va bene dai, solo un'altra volta
ok, entri nell'armadio e quando mi corico esci
e mi spavento
va bene
però poi vai e li porti sul pero
sii sincero!

BUH!

mercoledì 9 febbraio 2011

Supermegacrispimecformaggioburgo, o del sacrifizio al dio bombacchioso

x anonimo

Oh Bolso, oh Ciccioculo, oh Saccottinodemmerda
Signore di Colester, Nume del Bombolo
Rutto Puzzolo, Messere dell'Ettolitro di cola
regni su distese di sapori, sei un tiranno illuminato
con quanti nomi possiamo osannarti?
con quali gesti dobbiamo emularti?
pensano i secchi che la nostra sia vita lorda
ma invidiano la pancia che straborda
la maniglia dell'amore che si fa aggrappatoio dell'incubo
il sonno che nel letto muta lesto in decubito
il dio dei Bombacchioni esige il sacrifizio
per un peccato di gola che diventa spesso vizio
un trombo a forma di pancetta
invade la mitralica
l'arteria si inceppa, si restringe l'idraulica
ma a noi no! non c'interessa mica!
il frigo trema nel vederci arrivare
e il pavimento stesso trema all'avanzare
l'armata affamata grida dal crasso
e il water piange e supplica
nel momento del rilasso
A Mecdonaldo non interessa che sia vergine
gli basta che ogni anno siano in tanti
a varcare la voragine
del resto tutte quelle vacche gridano al pareggio
e morire con un Supermegacrispimecformaggioburgo in bocca
per loro non è la morte peggio

martedì 8 febbraio 2011

Onicofagia nonsense

x Cuggggina

Tanto di moda vanno i programmi
dove di pietanze ne cucinano
migliaia e migliaia di grammi
La bionda cicciona starnazza rumorosa
signora Mariarosa, cosa ci prepara?
una pentola di mucca appiccicosa!
Oh che gusto, oh che goduria
abbiam mandato via il tizio
che cucinava i gatti
ma questi ipocriti non capiscono
che si tratta pur sempre di piatti
a base di animali morti
e invece si fan forti solo con le bestie
che in casa non possono stare
altrimenti, ditemi voi
un vitellino sarebbe da squartare?
lo sarebbero l'agnello, il coniglio e la capra?
il porcellino, il cavallo o il piccolo di carpa?
perchè questa tirata? direte voi lettori
del resto gli animali, son tutti quanti buoni
e inoltre il tema di questa "poesia"
è si il cannibalismo ma come onicofagia
vi parlo perchè io se avessi l'intelletto
farei una trasmissione che non guardi chilo o etto
ma riempirei di unghie l'ombelico di un obeso
e servirei poi il piatto su un alluce peloso
vedreste allora amici che la bionda starnazzona
smetterebbe i panni buoni della schifosa cicciona
e finirebbe la diretta con una bella vomitata
con cui poi la Mariarosa
ci prepara una frittata
Bon appetit!

lunedì 7 febbraio 2011

L'uomo che odiava visceralmente un nano

x un giudice

Basso, anzi, bassissimo
rancoroso e bilioso
la natura ti ha giocato un brutto tiro
e tu come reagisci? infilandoti negli autovelox
facendo del tuo corpo la vendetta
non ti servirà a svigliaccare la tua altezza
oh tu, diversamente alto
oh tu, che mi guardi il ginocchio
lascia che ti tenda la mano
ma non saremo mai amici
nano

domenica 6 febbraio 2011

Buio

Buio, oscuro sentimento
nero, mi opprimi, dai tormento
pensieri come scuri
si abbattono su me
il viso tuo mi appare
e si staglia contro i muri
fioca la candela
mi dici bonasera
...e svanisci inghiottita da una vallata...
cazzo, la bolletta! non l'ho pagata!

sabato 5 febbraio 2011

Moscio

Che è, forse il cane
i suoi occhi come lame
o peggio, la pajata
pure la tua ma 'a sò magnata
oppure ancora il ginze
stretto manco c'avessi 'e pinze
amò, nun di cazzate
saranno quelle rate
che te danno il tormento
e s'ammoscia il sentimento
arriva 'o specialista....
signò, va fuoristrada,
a suo marito lei più non aggrada

venerdì 4 febbraio 2011

Mao

Il buon Mao traccio' la strada
indico' la retta via
per il sol dell'avvenire
che ci fece tutti uguali.
Tutto bello, non c'è dubbio
pero' spesso penso, cribbio!
Comunista occhio a mandorla
mangia tanti tramezzini
e non cibarti dei bambini
e poi dai....
è vero che non morite mai?

giovedì 3 febbraio 2011

Al rifreddore

Oh rifreddore, rifreddor scortese, perchè non ritorni a fine mese?
Perchè non ti palesi nell'inverno,
sicchè con la coperta avrei conforto?
Perchè non concedi alla narice, un barlume di speranza, un bel sorriso
invece il moccio la cattura, la soffoca, la umilia e la martiria
deturpando il naso, gli occhi e pure il viso
Oh rifreddore, rifreddor scortese, vaffanculo!

mercoledì 2 febbraio 2011

Moralismi

Arrostisco il porcellone
al rogo di un copertone
il fumo nero ed acre
indispettisce il vicinato
che lavorino! le domeniche son sacre
dice il professore
mentre si tromba il gatto

martedì 1 febbraio 2011

Il dubbio del cavaliere errante

Mi reco alla giostra mediovale
combatterò con Lancillotto, il mio rivale
l'armatura è linda
la spada pronta
l'alabarda risplende
nella notte fonda
uno soltanto sarà il vincitore
uno soltanto avrà i favori del signore
uno soltanto avrà il sorriso della madonna
uno soltanto smonterà con le sue gambe dalla monta
nel buio della notte un solo dubbio
mentre raglia il mulo io mi chiedo
ma per il sorriso di una stronza,
perchè dovrei rischiare il culo?