lunedì 14 febbraio 2011

L'aberrifizio

x anonimo

Una voce assai maligna
malignava con voce indegna
sulla caratteristica olfattiva
propria di persona viva
ma che abita una fogna
e lo fa senza vergogna
All'amico dall'olezzo
forte manco fosse un pozzo
nero come l'intenzione
di una nota televisione
appartenente ad un tiranno
venne in mente un certo anno
di allestire un aberrifizio
per alimentare il vizio
figlio leggittimo dell'ozio
per far bere ed azzerare
la volontà popolare
privandoli del discernimento
di che cosa sia tormento
e cosa invece sia virtuoso
il suo intento andò a cozzare
contro il suo potente odore
fu costretto ad abbandonare
il progetto di revisionare
il concetto della gente
appannandogli la lente
della vista e l'intelletto
e la gente con diletto
lo battezzò come
Prepuzzietto

3 commenti:

  1. ho l'impressione che usted abbia dei preggiudizzii su un cero mister B, niente niente usted è pessimista e di sinistra?
    mammachioccia

    RispondiElimina
  2. Impagabile. Su macchinariu ti ha debitamente ispirato. Bei tempi quelli.

    RispondiElimina
  3. Il poemello è volutamente vago...chi doveva intendere ha inteso. Il resto sono solo supposizioni, calunnie, dicerie, o, forse, dettami del nostro inconscio. Che consciamente sa che sotto di noi vi è l'inizio e la fine, l'alfa e l'omega, insomma, vi è Su Macchinariu, che tutto vede, prevede e provvede. L'aberrifizio è stato solo uno dei suoi molteplici tentativi di indurre il volgo sulla sua via, ma in quel caso tutto venne distrutto dall'olezzo prepuziato. Si rifarà. Anzi, si sta già rifacendo...

    RispondiElimina