venerdì 18 febbraio 2011

Sardigna no est'Italia?

x Amsicora

Si discutede dae meda
de s'annosa chestione
este s'Isola in Italia
o es solu una convenzione?
pro sos Indipendentistas
chi presentan chentu listas
este obbricu primariu
importante e necessariu
de s'istaccare dae Roma
chi nos ponede sa doma
Est'intentu cristallinu
de sicuro non meschinu
ma mi dimando, amigos meos
non b'ada atteros peleos
in cust'isola de incantu
chi si meritada tantu
ma non custu ghettu tontu
de dividere sa zente
chin s'idea pacu lughente
de prenare prus sa vrente
cando dae tremmizz'e annos
si vachimoso sos contos
es colada meda zente
ma sos sardoso, che ponte
sun'abbarrados a un'ala
zente vona e zenta mala
ma belente e isolana
Si sighimoso sa Lega
de cussu cacceddu malu
chi no allegada italianu
ma appedda solamente
e s'esprimede malamente
nande pezzi cosas lezzas
susu, josso e de sas razzas
no ad'a bastare a separare
sa Sardigna e s'Istivale
ma poi Nugoro dae Casteddu
vinu biancu dae nigheddu
Gennargentu e sa costera
Platamona e Prammaseda
Su paesanu e su vichinu
Babbu e fizzu, es su destinu
de un'idea chi vattidi gherra
e non certu paghe in terra.

1 commento:

  1. Traduzione


    Si discute da tanto
    dell'annosa questione
    è l'Isola in Italia
    o è solo una convenzione?
    per gli Indipendentisti
    che presentano cento liste
    è obbligo primario
    importante e necessario
    lo staccarsi da Roma
    che ci mette la "doma" (ci soggioga)
    E' l'intento cristallino
    di sicuro non meschino
    ma mi domando, amici miei
    non ci sono altri problemi
    in quest’Isola d’incanto
    che si merita tanto
    ma non questo vizio tonto
    di dividere la gente
    con l’idea poco lucente
    di riempir di più la pancia
    quando da tremila anni
    se facciamo bene i conti
    è passata tanta gente
    ma i Sardi, come un ponte
    son rimasti da una parte
    gente buona e gente cattiva
    ma “balente” e isolana
    Se seguiamo la Lega
    Di quel cane cattivo
    Che non parla l’italiano
    Ma abbaia solamente
    E si esprime malamente
    Dicendo solo cose brutte
    Su, giù, e delle razze
    Non basterà separare
    La Sardegna e lo Stivale
    Ma poi Nuoro da Cagliari
    Vino bianco e vino nero
    Il Gennargentu dalla costa
    Platamona e Palmasera
    Il paesano dal vicino
    Babbo e figlio, è il destino
    Di un’idea che porta guerra
    E non certo pace in terra

    RispondiElimina