mercoledì 16 febbraio 2011

Tempi foschi per divi loschi

Tempi duri sono questi
duri per non dire foschi
popolati da dei loschi
che non sentono quei fischi
che la gente gli rivolge
ma il valore capovolge
e in tivvù sovente raglia
affermando che le bolge
in cui il loro divo indulge
siano invero affare suo
e non certo mio o tuo
non c'è dubbio, gli rispondo
ma dal di che il mondo è mondo
lo sfruttamento è reato
specie se del meretricio
e di certo va punito
va punito e poi scontato
lo è vieppiù se minorile
e sfruttato da quel vile
vecchio laido delinquente
che non vuol si dica niente
ma mi chiedo quale svolta
potrà imprimere stavolta
al ricorrer degli eventi
con le prove si evidenti
non si parla di mafiosi
corrutturi facoltosi
leccaculo più merdosi
paradisi favolosi
(fiscalmente parlando)
qui la prognosi è evidente
all'italiano non frega niente
ma se scorge mezza tetta
alla forca vai di fretta
come il gangster Al Capone
lo becchiamo in infrazione
per mezza contravvenzione
mentra addenta qualche culo
e poi raglia come un mulo
ma ora sei rimasto solo
piangi e non ammetti nulla
scende una lacrima sul tuo cerone
lentamente, lentamente...
...
ma scende...
l'esilio ti attende
non metter le tende
non senti le onde?
ti aspetta Mubarak
con sua nipotina
la tua gran topolina
con il suo bel culo
salta sul primo volo
e ora facci un favore
vai a fare nel...cuore

Nessun commento:

Posta un commento