giovedì 31 marzo 2011

Lampedusa

x anonimo

L'isoletta assai piccina si risveglia una mattina
c'è il piazzista porco e nano che fa gesti con la mano
fa schiamazzi, fa proclami, e gli sbirri minacciosi
dan consigli ai cittadini disperati e ai tunisini
"Vi ammazziamo come cani, applaudite, su le mani!"
Sopra il palco il venditore fa promesse con parole
come "Alberi, colori, Casinò, tanti milioni"
ma per tutta quella gente il problema è differente
Emergenza umanitaria, dignità! o saltano in aria
sol per lui non è un problema, lui ci vive nella melma
di processi e corruzioni, di lecchini e puttanoni
Un pò più a nord, in Parlamento, c'è un ministro col tormento
gli han gridato: "Sei un buffone, un venduto, un gran coglione"
perchè votano la legge per salvare un fuorilegge
il Ministro non prudente grida contro il Presidente
della Camera e gli dice: "Vaffanculo!" ed è felice
o perlomeno così pare, e sorride al suo compare
e sorride e gonfia il petto, ma sembra un poco nervosetto
gli han tirato le monete, e voi lo ricorderete
l'ultimo a cui lo hanno fatto, si è poi autoconfinato
dall'altro lato di quel mare da dove la gente vuol scappare
sarebbe tanto divertente se sia lui che il Presidente
se ne andassero affanculo, anche quelli che ce l'han duro*
e fossero costretti come Bettino, a fuggir senza bottino
e una volta ad Hammamet, esser privati della toilette
trattati alla stregua di animali** e come ultimo dei mali
caricati in bastimento e riportati in Parlamento
trasformato in Tribunale e come pena giusta, esemplare
rinchiusi dentro Fukushima per abbassare l'autostima

*(il comprendonio)
**(quali sono)

lunedì 28 marzo 2011

Consueto scambio di opinioni tra il guerrafondaio e il pacifista, tenendo conto che il primo è un idiota.

Bizzarra la domanda che pone al pacifista
il guerrafondaio di turno, l'ultimo in lista
chiede: "Si va bene, no alla guerra
ma che faresti tu, su questa terra?
vorresti che il Colonnello continuasse
a massacrar le genti come nulla fosse?
facile per voi, dal vostro pulpìto
scagliare le strali, puntare il dito
su chi salva le vite rischiando la propria
e io sono d'accordo, basta non sia la mia"
"Occorreva agire bene, pensarci pria
non vendendogli le armi e la tecnologia
prima lo armano, poi lesti si stupiscono
se spara contro quelli che non lo capiscono
è evidente che la domanda ha gran retorica
come mai vanno da lui e non in altra Africa?
io non voglio che un tiranno tiranneggi
ma voi siete come di pecore le greggi
avete voluto la guerra e ora la fate
ma da domani, anzi, meglio da oggi
sarebbe meglio che pensiate...
ah no, il punto è proprio questo!
nel vostro cervello c'è buio pesto
le cose sono due, o non siete in grado
o siete in malafede, e non è raro
propendo con più gusto per la prima
e non soltanto per il mero far la rima".

sabato 26 marzo 2011

Il bizzoso destriero nippone, o dell'incontro che il buon Pablo fè con la legge di conservazione della quantità di moto.

x Mangiuffo

Il gesso bianco inguanta la mano frizionica
e ora il povero Pablo che farà di domenica?
il suo destrier nippone lo ha disarcionato
e come balena culacchiosa si è spiaggiato
polverizzando la quint'ossa metacarpale
ma certo non si arrende, no! non fa male!
il cuore duole per il radiator pestato
non certo per un vil osso spezzato
lo sguardo è ancora fiero, ancora puro
"In moto ci rivado e presto, stai sicuro!
consulto il fido Ebaye, ora lo trovo
un pezzo di ricambio nuovo nuovo
lo pago 5 euri, lo monto lesto e parto a razzo
ci vuol ben altro per fermarmi, e qual cazzo!"
Non dubitiamo, oh Pablo, del tuo dire
ma ascoltaci, adesso dovresti dimagrire
L'inerzia del tuo lardo imbarazza il motore
e il toro meccanico disarciona il domatore
vai a correre leggiadro al parco Monte Claro
il messaggio che qui ti mando è molto chiaro
ormai ti stai affacciando sul quintale
e se cadi anche da fermo ti fai male
quindi magrisci e rinuncia al tuo pancione
e non sarai tradito più dall'equin nippone

Ode al grande Harry Houdini che, a causa dell'interferenza di un medium di dubbia cultura e moralità, cangia in qualcos'altro, dando luogo a un terribile equivoco.

x Sim SalaMin

Houdini, che gran talento
lui scappava dal tormento
che gli davan le catene
ci riusciva molto bene
tanta gente lo osannava
i suoi spettacoli guardava
ne camicie, ne lucchetto
incatenato schiena e petto
niente Harry ostacolava
da ogni trappola escapava
smascherava i ciarlatani
solo usando le sue mani
se oggi fosse ancora vivo
sarebbe certo un grande divo
ma...se è vero che sei così forte
come mai non hai battuto la morte?
eh?
non è tutto a fare i numeri con le dita
poi sei morto lo stesso
come uno stupido fesso
e anche in un modo di merda
ti ha dato un pugno quel tizio
e ti ha crepato
ma non eri invincibile
oh Batman!?!?!?!

mercoledì 23 marzo 2011

Italia vs Libia o viceversa?

x MassoSmosso

Quanto sarebbe divertente
se domani, tra la gente
che passeggia indifferente
atterrasse prepotente
una bomba intelligente
che li ammazza come niente
"Cosa c'è di divertente?"
ditemi voi, bella gente
divertente è certo il fatto
che l'autore del misfatto
sarebbe certo il Colonnello
che lancia il missile più bello
su chi gliel'ha procurato
consegnato impacchettato
istruito poi sull'uso
certi che il seguente abuso
fosse commesso più lontano
non di certo qui vicino
ora tutti li a stupirsi
a indignarsi, a preoccuparsi
è un tiranno, va estirpato
ma se prima l'hai armato!!!
ora quello li s'incazza
come una gallina pazza
sulla guerra la sa lunga
sa far pure il bunga-bunga
e ora il nostro baciamo
se lo sfregherà sull'ano
quindi a breve e senza rima...
BOOOOOOMMMMMMMM!!!!

venerdì 18 marzo 2011

Della cacca nel cervello

x UomoNero

Misterioso e alquanto oscuro
è di certo questo tema
UomoNero stai sicuro
che lo affronto senza tema

Chè di cacca nel cervello
son sicuro, questo è il bello
ne son piene tante genti
li potremmo chiamar lenti
ma non centreremmo il punto
ora cerco di far sunto:
Quando l'escremento ottunde
il pensiero vola basso
e fa dir, chessò, a un ministro
"Fo la legge, fate presto!
si allestisca una centrale
a combustibile nucleare
non conosco nessun rischio
non capisco questo teschio
con le tibie da cornice
noi siam come la Fenice
risorgiamo, son felice
si accontentino i francesi
che altrimenti, assai offesi
dopo aver comprato il debito
punterebbero presto il dito
contro di noi, abbiam garantito
che la centrale s'ha da fare
accendiamo il nucleare
anche se non è sicuro
ne economico, ne duraturo
ma io non ho certo paura
butto l'Italia in quest'avventura"

Questo è solo un bell'esempio
di persona o presidente
ma la merda fa altro scempio
quando penetra la mente

Per levarla, son sicuro
l'esercizio è alquanto duro
farlo libera la mente
non passeggero ma conducente
di una vita tua soltanto
che necessita di un canto
una musica originale
di fattura artigianale
non di facile espediente
che ti fodera la mente
della merda di cui parli
e di giganteschi tarli
che non fanno ragionare
ma di certo lo puoi fare
come diceva un personaggio
che considero assai saggio
"La libertà è una forma di disciplina"
e tu sai che non puoi ottenerla
con nessun tipo di "aspirina"

mercoledì 16 marzo 2011

mercoledì 9 marzo 2011

La Bombardona, o della pugna che Pablo ingaggiò con la minimoto

x mangiuffo

"Io la prendo e me la siedo
metto il casco e presto vado
fatti in la, vedo la pista
io non temo, ajò, ISTA!
fo due giri alla manetta
lasciami che ho troppa fretta
di provar la BOMBARDONA..."
"Stai attento, non perdona!!"
"Non ti devi preoccupare
sono un drago nel guidare
a cavallo del "Cancello"
se sapessi quanto è bello
ci facciamo le endurate
sulle creste frastagliate
io non temo, non temere
ora te lo fo vedere!!!"
STRENNNENENNNENNN!!!
STRENNNENENENENNNNNN!!!!
Parte e sgasa il fiero Pablo
curva e impenna, evita un palo
è veloce, non v'è dubbio
ma...
"Stai attento!" grido "Cribbio!" (solo per dovere di rima)
come palla di cannone
Pablo duce il Bombardone
tira dritto sulla folla
frena e subito decolla
plana come fosse un dardo
con falcate da ghepardo
si inabissa nella steppa
la Bombarda gli si inceppa
spare agli occhi della gente
poi riappare come niente
il sorriso è assai smagliante
ma lo sguardo è sofferente
il ginocchio si è girato
ora ansante indica il prato
"Sarò stato a centoventi
ma ho evitato quelle genti"
"Si, d'accordo", io gli dico
"Ma da quando sei partito
ho compreso lesto il fatto
che sfidavi il cieco fato
a cavallo del motore
puoi causarti del dolore
il sol fatto che sia mini
fa si che tu ti rovini
ora incedi con un passo
che a vederlo sembra fesso
mai è stata cosa buona
lo sfidar la
BOMBARDONA!!!"

domenica 6 marzo 2011

Su 'Harrase'hare

-vincitrice della Gran Menzione (e di una bottiglia di vino!) al concorso di poesia tenutosi a Oliena il 6 marzo 2011-

il premio lo dedico a Mamma e Babbo


Ohi itte bella est'in Oliana
sa esta 'e su 'harrase'hare
itte bellas corottas
e itte vinu a buffare

"Pesta, arraccia e nasu,
de itte er mascherau?"
" 'Ha nono, non bies
'hi es pecci appurvorau!?"

Bi nd'a certos 'hi dae sa cotta
ti dimmandana " 'Hie so?"
"De si'huru non de Vuddusò
però torrattiche a ses 'hene corotta!!"

Sa emmina semper bella
si deppede ciambettare
poi intrada a sa sala
ma timmede a ballare

"Mi pompiana tottus, est'una vrigongia!"
"Bastava de non ti 'hestire de mongia
tott'a cro'ha vo'hà e a 'hulu nudu
voles 'hi s'ommine sia cegu e sia mudu?!"

Su sappadu isfilana sos piccinneddos
ma su carosello lu a'hen sor mannos
sar mammas si 'hestini de ballerina
e dopo a su sero lir dole s'ischina

Sor babbos sun tottu cantos alligros
lir basta s'ish'usa pro a'hes sor maccos
si 'hestin de iscimmia, de cuoco o pirata
e a nd'ommo non torran dopo sa "parata"

Sor minores 'heren su vistire "alla moda"
'hi però 'hosta 'hantu sa macchina nova
sa mamma lir nada "Jai bo lu a'hede nonna"
'hi lis ciacca gippone, vardetta e sa gonna

tando pranghene afforte e s'ishuden'a terra
e sos mannos jai perden derettu sa gherra
"Jai lu 'homporammo, ma 'hommo a'he abbonu
a'ho sa vinanciaria e lu pi'hammos prur vonu"

Los 'hestin de Giorro, Hello Kitty o Gormitos
tando 'hin s'ispada si che vo'han sos occros
lor brigan, lir dana rugliettas a mandi'hare
e poi prus a tardu non bi 'heren chenare

Sa esta es pro tottus, mannos e minores
si mascheran pro no ammentare dolores
e tando jo'hai e pesciai a divertire
bos auguro a tottus mai prus de suffrire

sabato 5 marzo 2011

Poesiola che, pur prendendo spunto da un personaggio che disprezzo, come tutto il suo mondo, vuole azzardare un paragone tra due diversi tipi di prostituzione. (questo titolo paga i diritti a Lina W.)

x Alessandro

Ribaltiamo il sentir comune
posto che nessuno (?) è immune
dalle lusinghe della fama
e può cedere alla brama
di apparire in televisione
qual novello Napoleone
tutto il popolo ha il desio
di fuggire dall'oblio
di una società competitiva
che però assi spesso priva
di un concreto posto al sole
e non di rado fa sentire sole
diversi milioni di persone
necessitanti un cicerone...
Ecco spunta Lele il giusto
noto per il gran bel gusto
di farsi sollazzare gli alluci
da ragazzi assai bellocci
colloca poi i suoi assistiti
nei salotti più assortiti
da politici e ricconi
Lele porta i puttanoni
basta una telefonata
e lui attrezza la parata
lui è un manager moderno
di un jet-set che fa da perno
a un'industria pseudo porno
e cucina dentro il forno
tanti giovani valenti (?)
con promesse effervescenti
soldi, fama e la ribalta
ma assai spesso la più alta
vetta che vanno a toccare
è la testa di un affare
attaccato ad una ruga
che suggerirebbe FUGA!
mentre gli "Uomini e Donne"
senza pantaloni e gonne
stanno li sol per i soldi
noi pensiamo "Siam più saldi
non ci venderemo ai saldi
a questa classe deprimente
che loro dicono dirigente"
Poi solerti prestiam servizio
all'ufficio o nel negozio
prostituendoci la mente...
chi di noi è più deprimente?

venerdì 4 marzo 2011

C'è una strada nel buco

x Eleanor Arroway

SBAMMM!!
Cazz...
la ruota
s'è rotta!
ho preso una voragine
bel colpo, mi leverà la ruggine
che mi ottunde il cervelletto
ed esclamo "Maledetto"
e ricordo il padre
ma anche la madre
del capo di gabinetto
e quella del neoeletto
sindaco
che non mette all'ordine del giorno
(non la madre, il sindaco)
la riparazione di buchi se non intorno
a casa sua e del suo padrone
spesso un noto imprenditore
ma dirà in televisione
che di soldi non ce n'è
salvo poi rendersi conto
che fatto qualche conto
sarebbe certo tonto
ad asfaltar la strada
non appena insediato
meglio a fine mandato
in modo che la gente
solitamente indifferente
si svegli e dica
"Che città ricca
ebbrava la giunta
rieleggiamoli contenti
per altri anni venti"
Quindi amici approsciuttati
di intelletto ipodotati
seguitate a dar craniate
sulle strade scoperchiate
e quando arriverà il momento
fate come in "Memento"
tatuatevi sulla gamba
una frase un poco stramba
"Se rivoti chi ti frega
non pretendere una sega".

giovedì 3 marzo 2011

"Compra DI rosa, per favore"

x anonimo

Sono a zonzo con gli amici
siamo allegri e ben felici
di gustare una birretta
e rubiamo qualche oretta
alla notte rilassante
dopo un giorno si pesante
Entra il primo venditore
"Compra DI rosa, per favore"
"Ti ringrazio, non mi serve"
e continuo con la verve
a parlare, a divertirmi
una rosa non può distrarmi
lui mi ringrazia, fa un sorriso
ed insiste, com'è uso
gli ripeto "Ti ringrazio
ma se insisti sei uno stronzio!"
Tutti a ridere alla battuta
lui sorride e poi ributta
"Una un euro, solo uno"
e il mio sguardo si fa duro
come osa questo coso
disturbare il mio focoso
goliardare con gli amici
"Non lo vedi, siam felici!"
lui sorride e tira avanti
certo, i tavoli son tanti
tanti volti assai felici
tutti a rider con gli amici
certo che...
se ci basta questa cosa
dico, il vendere una rosa
per cangiare in burrascosa
una serata assai gaudiosa
tanto allegri non lo siamo
se immediato ci scordiamo
che dalla rosa lui ci vive
meglio dire sopravvive
un pò come quei ragazzi
che si buttan come razzi
a mostrarti un bel parcheggio
e poi a venderti un aggeggio
una calza, un accendino
e tu che come un cretino
vedi in loro tutti i mali
e non ti accorgi dei maiali
che ti mangiano la vita
dipingendola squisita
apri gli occhi
tu sei proprio come loro
coglione!

coglione!

si si, proprio tu. COGLIONE!

martedì 1 marzo 2011

Bimby e nani

x Marzio

"Non si preoccupi signora,
presti orecchio alla sua nuora
con l'attrezzo che le illustro
la cucina sua avrà lustro
suo marito col sorriso
le dirà "ottimo il riso
tutto buono, per davvero
e il cinghiale è assai leggero"
"Prodigioso questo coso
ma sarà sì portentoso?"
"Mia signora, vuol scherzare?
questo sa pure guidare
se un bel giorno lei sta in ozio
lui si reca nel negozio
compra tutto, porta il resto
mette in forno un bell'arrosto
poi le paga la bolletta
ridipinge la villetta
prende i figli dalla scuola
la scarpetta gli risuola
suo marito è alla partita
e dal suo dovere latita?
presto accenda il frullatore
e vedrà con quale ardore
e senza fare alcuna lotta
le da pure mezza botta...
Quest'oggetto fa faville
e costa solo euro mille!
Al mese"
"AL MESE??"
"Si, che pretese!"
"Quanti mesi?"
"O per bacco, tutto l'anno,
dal due gennaio a capodanno.
Lo consideri un salario
e si leva il desiderio".
"Ma per un elettrodomestico, mi scusi,
tanti soldi verran spesi
solo per darmi una mano..."
"Signora, questo affare dentro ha un nano!!"


il blog si dissocia dagli argomenti proposti e dalla loro trattazione
qui si scrive di qualsiasi richiesta