giovedì 23 giugno 2011

Scambio epistolare classicamente rimato con un amico preoccupato per l'andamento dello mondo.

Domanda:
O Sommo o Vate, nel Suo piccolo natio paese, 100 illuminati, alla referendaria domanda sull' abrogare o meno l' iniqua norma atta a salvare le pudenda del satiro di Arcore, hanno convintamente risposto NO! Amerei pertanto che Lei dedicasse un componimento a siffatti personaggi, e, qualora sia possibile, detto componimento apprezzerei fosse in rima incatenata nel classico schema metrico ABA, BCB, CDC reso famoso da un Suo predecessore.
Cordialmente.
Palis

Risposta:
Gentile amico, la tua richiesta mi lusinga
e 'l saper che allo paesello amato tuo e mio
cento paesani si son smarriti, grida all'arringa

Da sempre l'olianese è timorato di Dio
la cosa è risaputa e non stupisce
ma quel che scrivi mi fa esclamare "Addio".

Addio al buonsenso, al senno di chi riesce
a conciliar sua vita con quella dell'altri tutti
non come nello mare lo spazzino pesce

Che nata negli scarti e osanna i farabutti
idolatrando sol furbizia e prevaricazione
lasciando all'angolo la logica e i suoi frutti

Va peraltro detto che cento son consolazione
se paragonati al qualche migliaio dei votanti
e non diverso è ciò che accade in tutta la nazione

Cercano di salvar lo più nanide fra i cavalieri erranti
e questa non è cosa da rider, ne da sottovalutare
sì che in 17 anni ha impoverito anche i suoi adoranti

Tutti tranne lui e l'amici zozzi sua, è bene notare
sempre pronti a spartirsi soldi, banchetti e privilegi
dopo aver venduto l'anima e l'onor pur di ingrassare

Talune han contravvenuto anche altre leggi
vendendo allo tiranno altra virtute
ma il prezzo era allettante e pare ch'egli non dileggi

Menando grande vanto di soddisfarle tutte
giurando sulla testa degl'innocenti figli
che mai le pagherebbe, ma son belle prostitute

E prostituenti sono tanti, quelli che come germogli
son spuntati tutt'intorno alla sua figura piduista
e che si son fatti corromper leggeri come fogli

Fogli di carta filigrana, tutti bramosi di conquista
hanno indicato la strada a molta plebe
e attraverso maestra tivvù han tracciato la pista

Ma il vento sta cambiando e tante amebe
stan cominciando a fiutare lo mutar del tempo
con atteggiamento da Giuda, o dell'antica Tebe

Non porranno tempo in mezzo ed in un lampo
appenderanno capovolto lo cadavere minuto
per gettarsi lesti sul nuovo vergine e fiorito campo

Lo popolo abbisogna di menzogna e di assoluto
va ingannato e sfruttato per sua stessa storica natura
richiedendo del contenimento e un piglio assai risoluto

Non sarà pertanto con la nana sparizione, ho paura
che finiranno gli stupori nostri, caro amico
ma noi stiamo vigili, e cerchiamo di tener l'anima pura!

martedì 21 giugno 2011

Gechi Kennedy (non è un errore è proprio Gechi) o dell'annoso dubbio sul sesso del geco sotto il quadro

x Maria Grazia

Tempo fa era Dottor Jekobs
a regnare incontrastato
le zanzare lo temevano
che tiranno illuminato!
Lo affiancò il gran Michael Jeko
che sapea cantar magnando
delle zanzare facea strage
cantando Thriller e moonwalkando
Certo avevan strani vizi
forse proprio dei caprizi
tipo il defecar sul muro
quasi a dir: "Quanto son duro"
Però il tempo che è tiranno
lo è financo coi migliori
forse li avran fatti fuori
le zanzare all'ultimo dell'anno
Ma ecco appare un'eroina
con il volto mascarato
Gechi Kennedy il suo nome
il terrore delle pungigliose è tornato!

venerdì 17 giugno 2011

Della differenza tra l'opinione espressa dal libero cittadino e quella del funzionario pubblico.

Ciascuno di noi può avere un'pinione su qualunque cosa, giusto?
Allora peremettetemi di esprimerne una su di un fanfarone robusto
Trattasi del Sindaco di Sulmona, Fabio Federico, casualmente PdL
che quando c'è da dir grosse stronzate ne spara proprio delle belle
Sostiene, ed è dottore, che le persone omossessuali
siano spesso vittime di aberrazioni genetico-ormonali
altre volte invece, continua il luminare nostro
trattasi di autodeterminazione dei soggetti-mostro
andrebbero per questo curati, non v'è dubbio
questo ciò che sostiene il caro Federico, cribbio!
Chi ricopre carica pubblica e discrimina le persone
dovrebbe esser dimesso senza chiedergli opinione
Se ancora le esprimesse come bravo dottorone
andrebbe radiato dall'albo e inibito alla professione
Dovrebbe allora esprimerle come libero cittadino
senza che lo stato gli versi in tasca un sol quattrino
visto che quei soldi li han lavorati tutti
alti, bassi, omossessuali, etero, belli e brutti
bianchi, neri, verdi e gialli, atei (convinti) e (meno) religiosi
sani, malati, ricchi, poveri, approssimativi e scrupolosi
ma anche intelligenti e idioti, furbi e bonaccioni
che non sanno che farsene di amministratori sì...
non mi viene la rima...maglioni? Gommoni?...mah...

http://ladridimarmellate.blogspot.com/2011/06/pensa-fabio-federico.html

martedì 14 giugno 2011

Gli antichi rimedi di bellezza perdono miseramente il confronto con le nuove mode, dettate da uffici marketing folli ed asserviti al padrone. O dell'asina che battè il topo ai punti.

Si dice che i romani, in epoca romana
menassero gran vanto di condurre vita sana
sdraiati sulla sdraio mangiavan con veemenza
e poi nel vomitorium vomitavan l'eccedenza
Per aver la pelle liscia le nobili romane
facevan spesso il bagno nel latte, come rane
Chiedevano di mungere diecine di asinelle
e dopo detto bagno si sentivan molto belle (le romane, non le asinelle)
Non vi pare un abomino che il primo nutrimento
sia usato a modo di volgarissimo unguento?
i tempi son cambiati, non la femminea pazzia
di questi tempi infatti si perpetra altra razzia
si vende (ed esse acquistano) la bava di lumaca
(pare) mirabile miracolo sulla pelle un poco fiacca
all'amico limacide non interessa un'acca
visto che per lui è come masticar la cicca
ma il marketing si culla nel soldo come amaca
Fortuna delle aziende che corran dietro alla bellezza
determinando in tal modo un'enorme ricchezza
per tutti quelli che hanno grande fantasia
e che la prossima volta venderanno
piscio di topo come dimagrante...e così sia!!
...
alla faccia delle romane
che almeno nuotando come rane
potevan dare anche una sorsata di latte
Datela adesso al nuovo dimagrante:
"P-P-ToP*, e la cellulite non abita più qui!"
...ma per cortesia!

*si legge PiPiToPì

lunedì 13 giugno 2011

Se non voti non vali

Fratelli d'Italia
il quorum s'è preso
del viscido Silvio
chiediamo la testa
è qui la vittoria
di un popolo leso
che schiavo di tele
il nano creò
stringiamci alle urne
fur pronti a votare
contro il nucleare
e la privatizzazion!
poropò...poropò...
POROPOPOPOPOPO'!!

Ma se non voti non vali
se non voti non scegli
se non scegli non conti
la scelta ti cade addosso
è quella degli altri
io decido per te
e perdi il diritto di dissentire
di protestare, di criticare
Ma continui a vivere in questa società
ne rispetti le regole principali
utilizzi i servizi che gli altri hanno scelto
utilizzi luce, acqua, strade
scuola, ospedali, mezzi pubblici
però non voti
lasci che gli altri decidano per te
tu non conti
Ci basiamo su regole democratiche
che spesso vengono violate
l'unico modo affinchè siano rispettate
è rispettarle
la non-scelta è una non-scelta
non scegliendo non ci si chiama fuori dalle ingiustizie
ma si lascia trionfare l'ingiustizia
più partecipazione
più coesione
più informazione
più libertà

giovedì 9 giugno 2011

Dell'aspra lotta tra la vecchia scuola rappistica italiana e il nuovo idolo delle masse.

x Pierluigi (alias MassoSmosso)

Discgiochei Sandrino (JAx):
"A me chi m'ammazza
sono i figli di puttana che mi dicono basta...
sono il Discgiochei Sandrino
e a me chi m'ammazza
metto a tutto volume e...."

Fabri Fibra:
"BASTAAA!!! SILENZIO!!! C'E' GENTE CHE LAVORA DOMANI!!! ECCHECCAZZO (PEPERISTICO...)"
DS: "...oh bellaFIBRA...scusami...ora spengo tutto e mi corico...posso bere il latte?"
FF: "SI MA ZITTO!!"

...15 minuti più tardi...

DS: "SUPPAREBEL!!!
io faccio quello che voglio
dico quello che voglio
e se non siete d'accor..
.
FF: "MUDUU!!! T'APPO NAU VAE E CORCA (REPERISTICO)!!"
DS: "scusa FIBRA!!"
FF: "SCUSA UNU CAZZU!! 'HOMMO DE 'HUSSU GIRADISCHI TI 'NDE A'HO DUOS BONETTEDDOS!!...ncaeccazzu..."
DS: "E ma FIBRA, io ho 40 anni, non sono più caravana, devo spaccare come 20 anni fa..."
FF: "HO CAPITO, MA L'UNICA COSA CHE SPACCHI ADESSO SONO QUESTE DUE PALLE!!!...zzuemmerdaballalloi..."
DS: "Si ma hai visto il video che mi sparano? originale visto? SUPPAORIGGINA!!!!"
FF:"MA ITTE CAAZZZZUUU!!! POMPIATI QUELLO DEL 1995 DI CARBONI!!...ncaedrogacopionevecciu...
E ORA SANDRINO A CORICARE!! E SELENZIO MI!!!...malavideddu..."

DS: "...evabèperòionon..."
FF: "SSHSHSHSH!!!!"

martedì 7 giugno 2011

Del moderno mondo del lavoro, giusto e ricco di possibilità.

Due lauree, un master, tre lingue straniere...
Cravatta intonata alla camicia
a sua volta intonata alla scarpa
profumo in odor di meretricia
al collo elegantissima una sciarpa
sorridente e sbarbato sei un sole
sfoggi un inceder da modello
hai messo anche la cera sulle suole
per evitare scricchiolii sul listello
il parquet ti accoglie, pianta grassa
il manager austero che ti scruta
ti accomodi e dipani la matassa
il tuo stomaco, in silenzio, dentro rutta
"Dal curriculum si evince l'esperienza
la preparazione, e dei titoli la varietà
tutte cose di cui è richiesta la presenza
per un incarico di siffatta qualità".
"Posso chiederle nel dettaglio la mansione?"
"Certamente, si tratta di incarico in ecologia
per l'azienda nostra una missione
ne facciamo gran vanto, un'elegia!"
"E' di certo il mio campo preferito"
senti te stesso dir con tono altisonante
"Posso chiederle dettagli, poi sto zitto?"
il rumor dello intestino è ormai tonante
"Lei sarà operator di pozzo nero
una volta passato il tubospurgo
con le mani pulirà, le dico invero
lucidando il condotto, di questo urgo"
"Ma...io pensavo a mansion fotovoltatica
a turbine dall'eolica movenza
qui nella merda si prospetta la fatica
ma...sono spiantato, senza casa...pazienza!"
"Bravo coso, lei è la persona giusta
lo sapevo sin da che s'è palesato
per la paga, già le dico, fuori busta
venghi qui, che le dico il dato a lato
Son 780 euri, favorisca..."
"Io a voi?"
"Certamente, che si crede
le insegniamo un gran mestiere!
Mi dia 300, gli altri 480 se la confermiamo".

sabato 4 giugno 2011

Del parafulmine

x anonimo

Lo sguardo è certo puro
l'incedere sì fiero
eppure, o Alfanico Angelino
non puoi crederci davvero
che'l padrone tuo adorato
abituato sol'a dettare
si faccia un pò da parte
e ti faccia comandare
sarebbe un controsenso
per il nano spelacchiato
che piange e si lamenta
col presidente abbronzato
la pletora di leccatori
che si porta sempre appresso
è in subbuglio e si lamenta
vuol comandare, adesso
ognun sente ch'è il turno suo
hanno atteso tanti anni
e sperano che il laido
crepi od abbia dei malanni
la lotta di sucessione
striscia infida nel retro
il quadro che vi attende
è alquanto scuro e tetro
quindi per dover di rima
caro Angioletto Alfano
stai attento che se crepa
te lo piazzano nell'...
non mi viene niente.

mercoledì 1 giugno 2011

Sull'asportazione del fastidio originale attraverso modifica posticcia meglio definita OGM (o della ineluttabilità del difetto in Baronia)

x Carapigna

"Non c'è"
solevano altri rispondere, burlandosi di lei
quando la vecchia maestra al primo appello
chiamava il suo nome alle medie di Orosei
Rosa Senzaspine, questo il peccato originale
un nome su un cognome abbinato molto male
Tuo padre sorrideva alle lamentele di tua mamma
"Se la chiami così le darai una condanna!"
Ma lui niente, tirò avanti, e ora son passati gl'anni
per colpa delle burle sei cresciuta complessata
nascosta al mondo, non ti sei mai rilassata
nessun uomo si è mai invaghito di te
nessun principe ti ha colto
o ha apprezzato mai il tuo volto
E' vero, non c'è rosa senza spine
ma c'è Rosa Senzaspine!!
tu ci sei, fatti vedere, vieni fuori!
e poi per dirla tutta...non è per il nome che non ti vuole nessuno
ma perchè hai il sedere grande come un 131 Supermirafiori!