venerdì 17 giugno 2011

Della differenza tra l'opinione espressa dal libero cittadino e quella del funzionario pubblico.

Ciascuno di noi può avere un'pinione su qualunque cosa, giusto?
Allora peremettetemi di esprimerne una su di un fanfarone robusto
Trattasi del Sindaco di Sulmona, Fabio Federico, casualmente PdL
che quando c'è da dir grosse stronzate ne spara proprio delle belle
Sostiene, ed è dottore, che le persone omossessuali
siano spesso vittime di aberrazioni genetico-ormonali
altre volte invece, continua il luminare nostro
trattasi di autodeterminazione dei soggetti-mostro
andrebbero per questo curati, non v'è dubbio
questo ciò che sostiene il caro Federico, cribbio!
Chi ricopre carica pubblica e discrimina le persone
dovrebbe esser dimesso senza chiedergli opinione
Se ancora le esprimesse come bravo dottorone
andrebbe radiato dall'albo e inibito alla professione
Dovrebbe allora esprimerle come libero cittadino
senza che lo stato gli versi in tasca un sol quattrino
visto che quei soldi li han lavorati tutti
alti, bassi, omossessuali, etero, belli e brutti
bianchi, neri, verdi e gialli, atei (convinti) e (meno) religiosi
sani, malati, ricchi, poveri, approssimativi e scrupolosi
ma anche intelligenti e idioti, furbi e bonaccioni
che non sanno che farsene di amministratori sì...
non mi viene la rima...maglioni? Gommoni?...mah...

http://ladridimarmellate.blogspot.com/2011/06/pensa-fabio-federico.html

1 commento:

  1. Questo sindaco sarebbe capace di rifiutare un lavoro di Leonardo o di Michelangelo o di Caravaggio,per citarne tre a caso,se venisse a sapere che erano omosessuali?
    mammachioccia

    RispondiElimina