giovedì 23 giugno 2011

Scambio epistolare classicamente rimato con un amico preoccupato per l'andamento dello mondo.

Domanda:
O Sommo o Vate, nel Suo piccolo natio paese, 100 illuminati, alla referendaria domanda sull' abrogare o meno l' iniqua norma atta a salvare le pudenda del satiro di Arcore, hanno convintamente risposto NO! Amerei pertanto che Lei dedicasse un componimento a siffatti personaggi, e, qualora sia possibile, detto componimento apprezzerei fosse in rima incatenata nel classico schema metrico ABA, BCB, CDC reso famoso da un Suo predecessore.
Cordialmente.
Palis

Risposta:
Gentile amico, la tua richiesta mi lusinga
e 'l saper che allo paesello amato tuo e mio
cento paesani si son smarriti, grida all'arringa

Da sempre l'olianese è timorato di Dio
la cosa è risaputa e non stupisce
ma quel che scrivi mi fa esclamare "Addio".

Addio al buonsenso, al senno di chi riesce
a conciliar sua vita con quella dell'altri tutti
non come nello mare lo spazzino pesce

Che nata negli scarti e osanna i farabutti
idolatrando sol furbizia e prevaricazione
lasciando all'angolo la logica e i suoi frutti

Va peraltro detto che cento son consolazione
se paragonati al qualche migliaio dei votanti
e non diverso è ciò che accade in tutta la nazione

Cercano di salvar lo più nanide fra i cavalieri erranti
e questa non è cosa da rider, ne da sottovalutare
sì che in 17 anni ha impoverito anche i suoi adoranti

Tutti tranne lui e l'amici zozzi sua, è bene notare
sempre pronti a spartirsi soldi, banchetti e privilegi
dopo aver venduto l'anima e l'onor pur di ingrassare

Talune han contravvenuto anche altre leggi
vendendo allo tiranno altra virtute
ma il prezzo era allettante e pare ch'egli non dileggi

Menando grande vanto di soddisfarle tutte
giurando sulla testa degl'innocenti figli
che mai le pagherebbe, ma son belle prostitute

E prostituenti sono tanti, quelli che come germogli
son spuntati tutt'intorno alla sua figura piduista
e che si son fatti corromper leggeri come fogli

Fogli di carta filigrana, tutti bramosi di conquista
hanno indicato la strada a molta plebe
e attraverso maestra tivvù han tracciato la pista

Ma il vento sta cambiando e tante amebe
stan cominciando a fiutare lo mutar del tempo
con atteggiamento da Giuda, o dell'antica Tebe

Non porranno tempo in mezzo ed in un lampo
appenderanno capovolto lo cadavere minuto
per gettarsi lesti sul nuovo vergine e fiorito campo

Lo popolo abbisogna di menzogna e di assoluto
va ingannato e sfruttato per sua stessa storica natura
richiedendo del contenimento e un piglio assai risoluto

Non sarà pertanto con la nana sparizione, ho paura
che finiranno gli stupori nostri, caro amico
ma noi stiamo vigili, e cerchiamo di tener l'anima pura!

2 commenti:

  1. Questa il prossimo anno la porto all' esame di maturità! :-)
    Palis

    RispondiElimina
  2. Apprendo solo ora che i fautori del bungabunga a oltranza,nel natio borgo selvaggio o, se volete, del paese che è situato ai piedi del monte più bello che Dio abbia creato,sono cento.
    Ma c'è da fare uno "spuntino"! Cento è fisiologico, come l'escherichia coli nell'intestino, è importante che non debordino e colonizzino , insomma che non seguano il precetto evangelico del crescete e moltiplicatevi. Tranquillo Palis: son cento, son giovani, son forti e...se vuoi portare la poesia alla matutità, concludi.
    mammachioccia

    RispondiElimina