giovedì 21 luglio 2011

La crudele richiesta di un uomo senza dio ne anima, diventa lo spunto per una riflessione sui messaggi satanici inseriti nella musica del dimogno: il ROCK&ROLL***

Domanda:
In tempi di manovre lacrime e sangue, amerei un poemetto sui quasi 1,2 miliardi di euro che andranno a rimpinguare le (già pingui) casse del vaticano in questo 2011. Se possibile, all' interno di detto poemetto, sarebbe cosa gradita l' inserimento di una frase di buon auspicio, per esempio CLORO AL CLERO!
Grazie
Palis

Risposta:
Caro amico mi stupisce
La tua epistola feroce
Ora provo a dar risposta ma
Resta inteso, non mi piace
Ogni anno il Vaticano
Aiutiamo con veemenza
Lor ringraziano e per contro
Ci miglioran la coscienza
Lesti incassano, benedicono
E ringraziano di cuore
Rozzi son coloro i quali
Ogni dì gettano strali


***la redazione coglie l'occasione per ricordare che il R&R non morirà mai.

1 commento:

  1. Rastrellare soldi (a fin di bene, s'intende!) è un'abitudine millenaria di santa romana chiesa,un tempo questa operazione la chiamavano:vendita delle indulgenze, si otteneva il paradiso; per i miscredenti come voi non c'era neanche" su mortuoru".
    mamachioccia

    RispondiElimina