mercoledì 25 gennaio 2012

Attenti idioti, vi stanno facendo abituare all'idea dell'Iran cattivo e tra un po' annunceranno una guerra necessaria preventiva. E sapete perchè? Perchè vi lamentate del prezzo del carburante. Se faranno guerra all'Iran, sarà colpa vostra. Non ve ne frega niente? L'Iran non è l'Iraq, e nemmeno l'Afghanistan. L'embargo non li turba e fa felice la Cina, che di una rapina a mano armata al suo benzinaio non sarebbe certo contenta. E la Cina è la nazione più forte del mondo. Vi dice qualcosa questo? No, non vi dice nulla. Ora siete troppo concentrati a capire a quanti nodi andasse la Concordia e se Schettino si stesse o no sollazzando con la moldava. E questo, come accade qui a volte, era solo il titolo.

-Hai la bomba?
-No, ma fatti i cazzi tuoi.
-Si che ce l'hai.
-Ti ho detto di no, e fatti i cazzi tuoi.
-Smettila di avere la bomba, di cercare di averla.
-Ma se tu ne hai a migliaia!
-Stai ammettendo di averla? Di volerla?
-No, ma nel caso sarebbe affar mio, non tuo.
che tra l'altro sei anche l'unico ad averla usata. Due volte.
-Si ma io, proprio perchè l'ho usata, so che è pericolosa 
e quindi non voglio che la usi nessuno.
-Benissimo, hai ragione. Liberati di tutte le bombe e lo farò anch'io.
-Lo vedi che allora ce l'hai? Ora mi fai controllare, e visto che ci sei mi dai il tuo petrolio.
-Senti, a casa mia faccio quello che voglio.
-A chi hai detto coglione? Abbassa le mani eh! Albitro, hai visto? Lo espulga!
-La smetti? Ti ho detto che a cas...
-BOOOOOOOOOOOM.
-BOOOOOOOOOOOM.
-BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM.
-BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM.

tempo dopo...

-Buga...ugabuga buguga *
-Na-ah-ah UH UH! **

*    Dammi quella lucertola, l'ho vista prima io.
**  Che cazzo dici? L'ho catturata io e ora me la mangio.

mercoledì 18 gennaio 2012

Parlando del naufragio della Concordia


Il gigante ferito si prostra al mare
l'acqua fluisce e occupa, i corpi fuggono
volano nel cielo capovolto
galleggiano, nuotano, affondano
urla di terrore, urla di rabbia, urla sommerse
occhi sbarrati, pietra coltello
e il saluto al fiore che diventa addio
egoismo e altruismo si incrociano 
istinto e ragione si scontrano
il bene supremo assume colori bui
nella notte scura
gesti umani, tutti

e il capitano si è cagato addosso

venerdì 13 gennaio 2012

Se pisciare è più grave che ammazzare

"Ammazzatelo ma non fategli torto
non osate pisciare sul morto!!"

I marines che servon la patria
questa volta l'han fatta assai grave
hanno estratto e con fare soave
han pisciato chi consideran nutria

Ora il pubblico bove s'indigna
"Come possono avere la voglia
di oltraggiare il defunto nemico?"
ma mi pare abbian coda di paglia

Siete scemi oppur non capite
che l'oltraggio è ammazzare la gente
e che azioni di guerra e invasione
con l'onore non c'entrano niente?

martedì 3 gennaio 2012

Seccante, per un blog serio come questo, dedicare il centesimo post della sua esattamente annual carriera all'ennesimo esempio di iniquità e disparità sociale. Al grido di: "Lo facciamo per voi, ognuno faccia il suo dovere", stavolta i padroni puntano diritti sui piccoli risparmiatori con la scusa della tracciabilità dei pagamenti. Tantissimi pensionati, che faticosamente avevano messo da parte qualcosa, verrano turlupinati dagli avvoltoi che già fiutano il loro sangue. Apri un conto e poi ti prospettano lauti guadagni con facili investimenti. Un consiglio a tutti i nonni ante-informatici: aprite il conto ma tenetevi alla larga dagli uffici. E tutto questo era solo il titolo. O dei padri che hanno fregato i figli, che poi da grandi fregano i padri, nell'incessante meccanismo che rende un popolo eternamente schiavo.

Monti Mario il buon banchiere
vede pieno il suo bicchiere
lui che guarda con degli occhi
che faran gioire i ricchi
che regalo per le banche
le pensioni ancora intonse
dei vecchietti risparmiosi
da spulciare dai bramosi
vecchi sudici banchieri
che soltanto l'altro ieri
disperavano un futuro
poco men che pesto scuro
dice il nonno: "Grazie Mario
vampirizzami il salario
apro un conto ed ecco qua
la pensione se ne va!"

Nonno in pectore: "...perchè noi abbiamo fatto le lotte sindacali anche per voi, che vi ritrovate a non avere lavoro, con contratti fasulli, niente pensione, costretti ad un futuro incerto...ai miei tempi scendevamo in piazza e brucevamo (già, brucevamo) tutto, scontri coi celerini, coi fascisti, contro i padroni, ed ecco cos'è rimasto. Uno schifo! Che io nel mio magazzeno ho ancora conservata una..."

Nipote putativo: "...Certo certo, ha ragione...ora una firmetta qui, una qui, poi quo e qua e non si dovrà più preoccupare di niente (scatta risata satanica interiore)".