venerdì 10 maggio 2013

Gianpeppino: Due cose che mi sono dispiacciutte



Oggi mi sono capitate due cose che mi sono dispiacciutte. Di mattina sono andato con mio cuggino a prendere le medicine per mio nonno. Quando siamo arrivati nel apparttamento di Gigi Siringa subbito mio cuggino a iniziato a dirli che le medicine l’ultima volta non erano buone e mio nonno si era lamentato. Questa cosa me la ricordo bene perche era uscito dalla camera da pranzo tutto pieno di farina in faccia e diceva “Quel figlio di una troia la prossima volta lo faccio saltare la testa! Ci a messo grattuggia di muro!”. Nonno mia spiegato che la medicina li serve per il mal di testa, che se non la prende potrebbe anche morire. Allora Giggi Siringa li a detto a mio cuggino che Nonno e scoppiato di testa. Giggi Siringa e come un farmacista dottore, che lavora a casa sua perche non li fanno aprire una farmacia a causa che e tutta una mafia dei polittici che fanno aprire le farmacie sempre alli stessi farmacisti, come presempio Dottor Augusto che ne a tre e pero va il figlio da Giggi Siringa. Come la mettiamo? Vuoi prenderti anche la casa di Giggi Siringa? Eh? Dottor Augusto? Comunque mio cuggino si arabbia e lo urla, allora Giggi Siringa tira fuori un bisturo e lo minaccia che lo uccide e li dice che e figlio di troia e di andare a fare cose a mia zia. Questa e la prima cosa che mi e dispiacciutta perche lui a mia zia non la deve nomimare male. Ci a dato la medicina e siamo tornati, e Nonno era arabbiatto poi dopo la medicina tutto a posto. La seconda cosa che mi e dispiacciutta e che e morto il cavallo di mio nonno, Scarfeis. Mi a detto (non Scarfeis, mio nonno) ched’era morto per una malatia troppicale di quelle che una zanzara lo punge e muore. Io inizialmente mi sembrava strano, poi Bobbo mi a detto che invece capita spesso. Certo che doveva essere davvero grande la zanzara visto che li a staccato la testa al cavallo.

Nessun commento:

Posta un commento