giovedì 13 giugno 2013

Gianpeppino: Rocchi e signor Carmelo


Ieri sera nonno era arrabbiatto perche a perso il portafoglio e diceva che le lavevano rubbatto qualcuno del palazzo. Poi si e calmato come cuando capisce cosa deve fare (si mette a ridere e dicce “bene bene, ci divertiamo”) e allora in televisione abbiamo visto a Rocchi uno e poi a Rocchi quattro, che anche se il tittolo mi faceva pensare che aveva fratelli, era sempre lui ma più grosso e più forte. Direi forte per quattro. Questo Rocchi Quattro si combatteva con Iran Drago, uno molto potente che lo drogaveno per farli ingrossare i muscoli ma non anche qualcosaltro, come dicce nonno, perché la moglie non ride mai ed è sempre arrabbiatta. Poi combattono e comuncue Rocchi che si e allenato a tirare carrelli di trattore alla fine vince. A me mi e piacciuto di piu Rocchi uno anche sed’e tutta una maffia che a Appollon li scoppia la testa di pugni e poi stranamente vince Appollon. Rocchi nonostante che diventa famoso si tiene alla moglie che tutto li puoi dire ma non certo bella. Li puoi dire gentile, li puoi dire anche in un certo senso spiritosa, io li direi mioppe (anche a Rocchi pero), ma bella no. Credo che per ogni cosa ci sia un limitte, e lei lo passa con troppa tranquillita. Doppo che o visto a Rocchi come si allena correndo nelle scale, anchio sono salito di corsa nelle scale e trovo a signor Carmelo, che ogni volta si mette a dire cose che secondo lui fanno ridere ma a me manco le capisco. Mi a chiesto cosa avevo faccendo e li o detto ched’era l’allenamento di Rocchi, e lui comincia a dire che lo faceva a occhi chiusi anche se aveva una certa età. Io non mi fermo e continuo a salire, e lui sempre dicendo cose. Poi scendo, e lui dice che stavo disturbando a tutti con questo allenamento di Rocchi. Esce nonno e li dicce se ne aveva ancora molto di fare casino, che erano le sue voci a disturbare. Siccome questo abbitta difronte a casa nostra, come sono passato salendo lui mi a corso dietro e mi ha tenuto per i pantaloni dicendomi “O ROCCHI, CORRI ADESSO SE NE SEI BUONO!”. Allora nonno li ha urlato “IO TI SPIEZZO IN DUE!” e li a fatto lo sgambetto, signor Carmelo mette male il piede e scivola nelle scale e sbatte il ginocchio e la faccia al gradino. Allora a cominciato a urlare come a un maiale quando lo pungono il cuore e li usciva sangue. Io anche se mi e antippatticco lo aiuttatto ad alzarsi ma la gamba, come a detto nonno, lo mandava affanculo. Aveva un piede che saliva il gradino e l’altro che scendeva, e io non capivo dove voleva andare. Quando e cadutto li e cadutto dalla tasca un portafoglio e indovinate di chi era? Proppio quello di nonno! Non ci potevo credere. Esce la moglie di signor Carmelo e se lo prende dentro e li diceva “tel’avevo detto che quello te la faceva pagare!”. Nonno doppo mi a detto che sono statto bravo ad aiutarlo, che alle persone e in particolarmente ai vecchi, tocca di darli sempre una mano, anche quando sono un po’ teste di cazzo.

Nessun commento:

Posta un commento