giovedì 16 ottobre 2014

Gianpeppino: D’ebole


In praticalmente è successo questo: uno si e ammalato ed era d’ebole, e poi andava in giro toccando a tutti. Uno se e d’ebole non dovrebbe nemmeno uscire di casa, e invece lui no, a giro e toccando a tutto spiano. E tutti lo dicevano: “La smettevi di toccarci a tutti che sei tutto pieno di ebole, che poi non volevamo che questo viriuz andava ovuncue infettando che so, sedentro in una polleria come mi e capitato l’altro giorno e tocco un pollo, automaticamente tutti cuelli che mangiaveno a cuell’pollo si potevano considerare d’ebolati” Eccetera eccetera ma alla fine erano tutti discorsi di cuesto tenore di persone che entravano in posti e toccaveno cose che d’ebolavano a sua volta su altre persone e via così. Impossibile guarire per cuanto ne so, soprattutto se cuello li non smette di andare in giro toccando. Ne stavo parlando con mio nonno e mi a detto che sedera per lui metteva intorno alla Frica tutto muri altissimi di ciemento armato e non faceva uscire a nessuno fino a cuando non si chiariva. Li per li l’idea non mi e sembrata impressionante, anche perche se metti armi nel muro magari cualcuno si innervosisce. Poi mio nonno mi a chiarito che non era per volerli male ai Fricani che non ne avevano colpe razionali, ma piuttosto per mandarli medicine e dottori per curarli stavolta bene, non sempre come fanno che escono in televisore e dicono “Noi siamo politici e se vi siamo dicendo di stare tranquilli, dovete starlo! Cui non ne arriva d’ebole, e se arriva tranquilli pure chedè nei barconi che si annida”. Ancora cuesti barconi… sempre nei barconi i problemi. Se e cosi allora dalli navi migliori. Io avevo un idea per debellare cuesto tremendo problema. Aiutiamoli sul serio e smettiamo di dire cazzate.

mercoledì 8 ottobre 2014

Nuova Segrettezza: Stagione 1 Episodio 0



Un giorno che non posso dirvi quando (per segrettezza, non per non fidarmi) con Bobbo abbiamo fondato la prima riunione segretta della “NUOVA SEGRETEZZA”. In effetti e una nuova formazione segretta che si pone lo scoppo di essere invisibile e di fare cose che per lo più sono buone ma non si tira indietro anche in caso di fare porcherie, purchè anche queste a scopo di buono. Gli invitati eravamo: io, Bobbo, GianGianni il cuggino di Bobbo, Pietrostefano quello col cane senza gambe, Silvano il postino sordo e Pierangelo il furbo. A Pierangelo lo dicono il furbo poiche da piccolino aveva messo la testa dentro la lavatrice e laveva accesa a tutta centrifuga. Da allora ogni cinque minuti li prende ad applaudire fortissimo e cerca di morsicarsi la testa però in mancanza di cuesto sintomo e per davvero una persona estremamente intellettuale. Subbito cera da nominare il presidente e il segrettario, che dentro una formazione segretta e cuello certamente piu rilevante perche deve tenere tutto segretto. Alla fine abbiamo votato ma il risultato e talmente segretto che non lo potevamo sapere nemmeno noi, cuindi magari sono io ma non lo so. Sospetto che sia Bobbo, ma cuando lelo chiesto a fatto una faccia come a dire “se telo dicco poi ti devo uccidere”. Insomma mettiamo presidente a GianGianni e dicce che immantinente dovevamo decidere la prima azzione. Silvano il postino dicce: “Secondo me sostituevamo tutte le lettere nelle cassette delle case, così tutti sapevano le cose degli altri e si guardavano con piu rispetto, sappendo dei problemi e dei pochi soldi che anno tutti”. Pierangelo il furbo a subbito detto di no che altrimenti si creava caos e tutti davano colpe agli zingheri efiniva a forconi e fiamme come l’ultima volta. Siccome Silvano e sordo a capito che l’idea di Pierangelo era di mettere zingheri nelle cassette delle lettere e darli fuoco e tutto sommato a detto che li andava bene lo stesso, solo che per esperienza diceva che al limite era meglio metterli piccoli, che altrimenti non ci stavano. Ci abbiamo messo piu di mezzora a spiegarlo che non aveva capito nulla e nel frattempo Pierangelo a iniziato a dire il suo piano: “So un posto dove ce una casa vecchia chedera di un capo nazista che e morto lanno scorso. Dentro ci sono un sacco di cose di valore. Noi le prendiamo e per dare soldi a chi ne a bisogno e le vendiamo a…” Proppio in quel momento li prende una crisi di applausi spettacolare che noi non abbiamo capito subbito e ci siamo messi ad applaudire anche noi pensando chedera per la beltà dell’idea. Quando abbiamo capito l’equivoco lui aveva già iniziato a cercare di morsicarsi la testa. Allora io o detto a voce alta: “Attenti che ce stato un equivoco, fermiamolo che magari si faceva male”. Allora Silvano a cominciato a dire: “Dove l’equino? Dove?”. Siccome Pierangelo si stava agitando parecchio li a dato un colpo al cane di Pietrostefano che siccome e senza gambe e sembra una supposta e rottolato sotto un mobile e abbaiva. Tra il cane che abbaiava, Pierangelo cercando di farsi danno alla testa e Silvano che cercava un cavallo con Bobbo abbiamo dichiarato chiusa la prima riunione segretta della “NUOVA SEGRETTEZZA” e convocato l’altra per una volta successiva che non posso certamente dirvi cuando.