lunedì 8 dicembre 2014

Nuova Segrettezza: Stagione 1 Episodio 2



A un certo punto squilla il telefono di casa e nonna va a rispondere e la sentivo urlando: “Deve aver sbagliato lummero, che gente e cercando? Ah aggente? Non ce ne sono carabinieri a casa, che se la sente mio marito si innervosice pure. Aggente Ics? Ma lei chi e scusi? Aggente Silos? Ma cosa era uno scherzo, e della nettezza urbana?”
Allora o capito subbito che si trattava di Bobbo e sono andato io al telefono: “Pronto cui l’aggente Ics, dimmi tutto aggente Ipsilos”
E l’aggente Ipsilos: “Tutto aggente Ipsilos”.
E io: “No Bobbo, ti sono diccendo di dirmi quello che mi devi dire, per cosa ai chiamato”.
E Bobbo: “Quello che mi devi dire, per cosa ai chiamato”.
Dopo cinque minuti in questo senso li o chiuso il telefono perche nonna mi stava parlando nell’orecchia che non avevo il telefono diccendomi: “Chiudi che devono essere i carebbinieri che sono cercando a nonno per la storia dei fili di rame della stazzione, che i treni non anno camminato per due giorni e stranamente in concomitanza lui si e comprato la mottozzappa nuova”.
Allora doppo un po o ritelefonato a Bobbo e ci siamo messi daccordo per la riunione segretta.
Arriviamo tutti puntuali alla cantina di nonno e ci abbiamo messo un po a entrare poiche le mottozzappe invece di essere una erano sette. Poi ci o pensato che nonna a nonno lo stava urlando che i treni erano fermi due giorni anche alla stazzione del paese successivo. Prende la parola l’aggente Atmosferico e dicce: “Allora occorre che ci pressurizziamo una missione. Tutti daccordo?”. Eravamo tutti daccordo tranne l’aggente Zerozerosette che siccome e sordo a capito che ci compravamo tutti un maglione e a cominciato a dire che lui metteva solo camice vecchie della posta che i maglioni lo pungevano e non ne voleva nemmeno sentire perché una volta aveva messo un maglione e li era venuta l’orticaglia e grattava che sembrava un cane con le pulci che per farlo smettere i colleghi li avevano fatto unignezzione che gli si erano gonfiate le orecchie e da allora sente suoni che gli altri non sentono. Doppo mezzora di spiegazioni era daccordo anche lui per la missione. “Ora dobbiamo scegliere la missione, ognuno di noi deve proporne una e poi la piu votata e quella che facciamo” a detto l’aggente Neurone. Dai aggente Ics, di la tua”.
Allora io che ci avevo pensato tutta la settimana o detto: “Secondo me andevamo e aprevamo il canile e leberevamo tutti i cani dentro perche il giorno che sono andato con mio nonno per prendere un cane per mia nonna erano tutti tristi e o visto che li trattavano male”. Tutti anno applaudito, tranne il cane supposta che non a le zampe ma era contento per l’idea e a abbaiato come un forsennato, e in cuesto modo abbiamo anche capito che era rotolato sotto una mottozzappa perche non lo vedevamo piu. Poi a detto la sua idea l’aggente Ipsilos: “Seccondo me andiamo in giro la notte vestiti da batmagn difendiamo i debboli e gli oppressi. Poi come ne diffendiamo uno li chiediamo i soldi per il servizio di salvezza e se non ce li da lo buttiamo nell’argine”. Nessun applauso. Poi a parlato l’aggente Atmosferico: “Io secondo me siccome tutto e colpa dei politticci, fondavamo un partitto e lo chiamavamo il partito degli onesti e ci comportiamo onestamente. A questo punto tutti ci votano e facciamo un appalto per tappare il bucco cosi si rendono conto che siamo davvero apposto. Fatto questo istituiamo la legge marziale e uccidiamo tutti. Tranne a noi e a chi vogliamo noi. Possiamo dire solo sette persone a testa da non uccidere”. Applausi di tutti tranne dell’aggente Alfa che a 14 fratelli, 7 sorelle, tre mamme e una copperattiva di babbi, come dicce nonno. L’aggente Zerozerosette a detto che non aveva un’idea particolare, l’importante era di non mettersi maglioni, allora a parlato l’aggente Alfa: ”Io secondo me compriamo un milione e mezzo di palloncini e li gonfiamo a elio, li laciamo andare vicino a un posto pieno di ricchi e quando i palloncini vanno in cielo e tutti guardano su, allora noi li rubbiamo i portefogli e diamo i soldi ai poveri”. Siccome nessuno applaudiva allora a aggiunto “E noi ci teniamo qualcosa per le spese vive”. Tutti applaudendo (sempre con un occhio all’aggente Neurone che cuello cuando li prende l’applaudite sono dolori). Allora prende la parola proppio lui e dicce: “Io o sentito al televisore che ci sono cuesti che si chiamano Sentinelle in piedi e dicono che leggono un libro per la libertà di espressione di dire che sono contro a chi e omosessuale con la scusa che non vogliono che fanno una famiglia. Allora secondo me a dire che uno e contro agli omosessuali e come a dire che uno e contro chi a le orecchie, o a uno che a i capelli rossi, o a una che li piace il riso invece che la pasta, oppure uno che li piace il mare oppure la montagna”. Tutti zitti e allora io li o detto…