martedì 29 settembre 2015

Pensiero #18



La mia libertà finisce dove inizia quella altrui. La libertà altrui finisce dove inizia la mia.
Se non conosco i confini della mia libertà rischio di sconfinare, e rischio lo sconfinamento altrui entro i miei confini. Se non conosco me stesso non conosco i confini, non posso perciò indicare agli altri dove essi siano posizionati. Un pacifico confinante potrebbe dunque trasformarsi, ai miei occhi, in un barbaro invasore. Egli sarà portato a ritracciare i confini della sua libertà erodendo i miei, e io sarò dunque portato a difendermi. I rapporti umani si rovinano per incapacità di comunicazione, e la stessa è data dalla conoscenza di se stessi, prima che degli altri. Comunicare con se stessi è essenziale per rispettare la libertà altrui, e quindi la propria.

lunedì 21 settembre 2015

Pensiero #17

Un vecchio uomo si aggira per il monastero Mater Ecclesiae, a Città del Vaticano. A 88 anni la saggezza dovrebbe pesare più della sfrontatezza, se si avesse qualcuno a cui trasmetterla. Essere Papa Emerito è una scelta, essere Papa, meno. Immagino occorra avere le palle per accettare di essere Papa, ma ancora di più per scegliere di non esserlo, di non esserlo più. Dopo l’invettiva di Dante è certamente pratica complessa lo spaparsi. Si dice così?